Il cuore di mimì e cocò

lunedì 28 gennaio 2008


Un cuoricino di stoffa che mi è stato regalato da una cara amica che non vedevo da tanto tempo... E' un cuore particolare ripieno di noccioli di ciliegia da utilizzare come cuscino termico quando si ha qualche dolorino o si ha semplicemente voglia di una coccola :).  Avete presente quei sacchetti ripieni di liquido blu da ghiacciare o scaldare a seconda della necessità? Beh, questo cuoricino è un'alternativa tutta naturale!!! Io l'ho trovato semplicemente splendido, al posto di quei cosi "sintetici" questa cosina bella e tenerissima :), è carino anche solo da tenere in mano e usarlo tipo antistress, con i noccioli che si spostano facendo un bel rumore rilassante. Pensate che io e Andrea ce lo litighiamo sempre quando stiamo sul divano!!!
Ed ora facciamo un po' di sana pubblicità a quest'amica!!! Con il marito ha una ditta di prodotti naturali che si chiama "Mimì e Cocò creazioni artigianali", dove realizzano saponi naturali e vari prodotti per la cura del corpo. Il loro sito è molto carino e vi consiglio di farci un giro per scoprire le meraviglie che creano :).
In un modo dove tutto è industrializzato è bello trovare ogni tanto persone che mettono cuore e passione in ciò che fanno, che utilizzano ciò che la natura ci dona per realizzare cose che ci fanno stare bene :)

pane da impastare... eccolo!

sabato 26 gennaio 2008

Pane da impastare:
500 g farina 00
25 g lievito di birra
2 cucchiaini rasi di sale
1/2 cucchiaino di zucchero
225-250 ml di acqua
1 cucchiaino di olio d'oliva (facoltativo)

Lievito: In 100 ml di acqua si sbriciola il lievito + lo zucchero. Si scioglie bene e si lascia a riposo per 10 minuti. Diventerà una cremina schiumosa, che rimescoleremo.
Impasto: (Piccola nota: per impastare io uso una ciotola capiente, nella sua ricetta Viviana mette la farina a fontana su un piano di legno, ma a me non riesce mescolare velocemente e mi scappa l'acqua da tutte le parti ;P)
Mettere la farina ed il sale in una ciotola, incorporare lentamente il lievito, a questo punto se si vuole utilizzare aggiungere anche l'olio (io non lo metto). Aggiungere il resto dell'acqua e incominciare ad impastare, appena sarà diventato abbastanza elastico stenderlo con le nocche ripiegandolo su sé stesso con il palmo, continuare così per una decina di minuti. Sbattere la pasta per un paio di volte, per sviluppare il glutine :). Fate una palla, coprite la ciotola con un panno e mettetela a lievitare per 2 ore. Io mi sono trovata bene a seguire il consiglio di Viviana mettendolo in forno preriscaldato a 60° gradi e poi spento. Riscaldare il forno a 220° mettere l'impasto sulla placca del forno ricoperta con carta oliata, ungerlo leggermente con un  filo d'olio, lasciare riprendere la lievitazione per 10 minuti, infornare e cuocere per 20-25 minuti.

Ecco finalmente posto il pane da impastare :). E' il terzo esperimento, il primo è venuto un po' troppo "compatto" come ho detto nella nota, mi è scappato via parte del lievito e una volta cotto si è sentita la mancanza, il secondo l'ho cotto troppo poco, il terzo è venuto bene!!! Come si dice non c'è due senza tre ;P. Volevo essere sicura prima di pronunciarmi ufficialmente... Mi piace mooolto di più, anche se non disdegno neanche il pane barbatrucco, è solo che questo tipo di pane si avvicina di più al mio gusto, al pane che di solito compro. Mi sono innamorata della panificazione ed ogni occasione è buona per sfornare una pagnottina!!!!

Ieri sera mi sono fatta una tisana al finocchio, ma non sono riuscita a godermela tutta da sola... Con Andrea è impossibile :) appena vede una tazza non ti molla finché non se la beve anche lui!!!!

Cheesecake in two versions

mercoledì 23 gennaio 2008

Cheesecake in two versions:
500 g di ricotta morbida
300 g di formaggio fresco
120 g di zucchero a velo
40 g di farina di riso
un baccello di vaniglia
3 uova
10 g di burro
sale

Incidete il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza, raschiate i semini con la punta di un coltello, e metteteli in una ciotola. Aggiungete la ricotta ed il formaggio fresco, mescolateli con i semini. Quindi amalgamatevi lo zucchero a velo, la farina di riso ed un pizzico di sale. Unite le uova sbattute e montate il tutto con una frusta, fino ad ottenere una crema omogenea.
Imburrate uno stampo da plum-cake, riempitelo con il composto e livellatelo con una spatola. Trasferite lo stampo in una teglia riempita per 2 terzi di acqua bollente e cuocete il dolce a bagnomaria, in forno già caldo a 160°, per un'ora circa. Ultimata la cottura, estraete il dolce e lasciatelo raffreddare, quindi trasferitelo in frigo per 4 ore.

Per la versione con i lamponi ho semplicemente schiacciato un po' di lamponi in una terrina versandoli poi sulla fetta di cheesecake e aggiungendone anche qualcuno intero, per la seconda versione invece ho sciolto qualche cucchiaiate di marmellata di frutti di bosco a fuoco basso con un po' di acqua e un po' di zucchero, appena si è raffreddata un pochino l'ho versata sul cheesecake prima di metterlo in frigo per le 4 ore.

Mi è piaciuta moooolto di più la versione con la marmellata, si amalgamano bene i due sapori creando un connubio ottimo, mentre nella prima si sente troppo la parte formaggiosa... Lo so che siamo tutti a dieta, ma io non ho saputo resistere, sarà che il cheesecake è il dolce preferito di Gianluca e volevo fargli un regalo culinario :).
Magari in un week-end tanto per premiarsi per una settimana di dieta ci può scappare no? (diavolo tentatore....)

Meme del mese di nascita

venerdì 18 gennaio 2008

Viviana mi ha invitato a fare questo meme :).
Funziona così: in questa pagina trovate i profili dei nati nei dodici mesi dell'anno. Ognuno prende le caratteristiche legate al proprio mese, le copia nel suo post e commenta gli aspetti del proprio carattere. Bisogna indicare da che si è ricevuto il meme linkandolo, e 12 persone (quanti i mesi) a cui passare il meme. Allora; da chi ho ricevuto il meme l'ho messo, ma dove le trovo 12 persone? Il mio per ora è un blog piccolo piccolo visitato da pochi intimi... Va beh, dopo ci penso...
Metto anch'io una foto, è di quest'estate al mare :)
Il mio mese è MAGGIO

Testardo, duro di cuore testarda si, veramente tanto!!!! il mio cuore però è tenerissimo :)
Forte e volitivo, altamente motivati no, non mi sento forte e le mie motivazioni vacillano spesso a causa delle mie insicurezze.
Pensieri taglienti  sono molto ironica e spesso le mie battutine sono taglienti
Si arrabbia facilmente si, decisamente si! Mi arrabbio con facilità perché ci sono tante cose che non sopporto, in questo sono intransigente
Attrae gli altri ed ama l'attenzione non ho idea se attraggo gli altri, questo dovrebbe dirlo qualcun'altro non io... le attenzioni? Si mi piacciono molto, perché mi fanno sentire considerata!!!
Sensibilità profonda mi piace pensare di essere una persona sensibile e profonda, vorrei esserlo e nel mio piccolo ci provo :)
Bello fisicamente e mentalmente oddio, fisicamente non mi piaccio molto, ultimamente poi stendiamo un velo pietoso... Mentalmente, si
Punto di vista costante non so bene come rispondere, mi viene da dire che il mio sguardo è sempre proiettato molto avanti, non riesco a vivere giorno per giorno
Non ha bisogno di motivazioni come ho detto prima, in fatto di motivazioni lascio un po' a desiderare
Si consola facilmente mi bastano giusto due coccole e faccio subito le fuse come un gatto (miao)
Sistematico (cervello di sinistra) e che ne so che parte del cervello uso?!?
Ama sognare sono sempre con la testa tra le nuvole, mi faccio certi film!!!!
Forte veggenza non sono cartomante, ma mi capita di azzeccarci quanto parlo del carattere di qualcuno che conosco
Comprensione si, mi ritengo una persona comprensiva, abbastanza al meno
Si ammala di solito all'orecchio ed al collo prendo spesso il mal di gola ed il raffreddore e mi si tappano le orecchie!!!
Buona immaginazione Ottima direi ;)
Buon fisico forse qualche anno fa, più magra e soda... ora... bleah....
Debole respirazione no, i miei polmoni sono ookei
Ama la letteratura e le arti siiiiiiiii!!!!! Amo leggere, devo sempre avere qualche libro sotto mano! Ed amo l'arte in ogni sua forma!
Ama viaggiare mi piacerebbe, ma non ho viaggiato molto fino ad ora, spero di recuperare più in qua
Non amano stare a casa mi piace stare a casa, insieme alla mia famiglia!
Non avere molti bambini ne ho già uno ed un altro non mi dispiacerebbe :)
Laboriosa si, mi considero laboriosa, ho sempre 1000 cose in ponte, e altre 1000 mi vengono in mente
Spirito forte d'istinto risponderei di no, poi se ci penso, forse si, ma non per natura, ma per quello che la vita mi ha fatto affrontare fino ad ora

Ecco qua, questa sono io. Questo è il secondo meme, e devo dire che per me è stato più complicato, l'altro, più libero nei contenuti mi è venuto più facile!!!

E ora chi nomino? Dio che ansia, no, non ci riesco proprio, quindi rigiro la frittata a chiunque passi di qui ed abbia voglia di farlo!!!!
Un bacione a tutti SMACK!!!

Ho fatto il pane (anch'io)

martedì 15 gennaio 2008

Ecco la mia splendida pagnotta :)!!!!!! Non la trovate bellissima? Lo so che ormai se ne vedono in giro tantissime di pagnotte come questa, ma non ho saputo resistere e l'ho postata lo stesso ;P!!!!
La ricetta è quella di Dandoliva, sperimentata anche da Alex, Adrenalina, Viviana e tantissimi altri... Non sto quindi a riportarvi nuovamente la ricetta, ma tengo a precisare che ho dovuto usare l'acqua a temperatura ambiente, perché al primo tentativo forse l'ho usata troppo tiepida ed il lievito si è slievitato e l'impasto era rimasto piccoletto e duro duro...
Al secondo tentativo invece la pasta è cresciuta diventando soffice ed appiccicosa!!!! E' stato emozionante aprire la pentola e vedere al posto del blob informe questa bella pagnottella che ha poi preso il suo bel colore dorato in appena 10 minuti!!! Il sapore è buono e sicuramente migliore il giorno dopo, l'ho sfornata domenica pomeriggio e stamani era ancora ottimo per fare colazione con pane burro e marmellata :).
Ora però mi è venuta la voglia di provare anche la versione da impastare... Mi sa che non mi fermo più! Sono stata contagiata dalla mania del pane fatto in casa!!!!
Guardate com'è carina anche dentro con tutti i suoi buchetti :)!!!!!!

il mio babbo

sabato 12 gennaio 2008

Il mio babbo... Come avevo già detto qui, l'11 gennaio è una data (purtroppo) che è diventata importante nella mia vita.
La voglio celebrare con questa foto, a me molto cara. Quando 11 anni fa mi è capitata sotto gli occhi, ha scatenato mille emozioni, quel braccio che mi circonda (io sono quella biondina) mi ha fatto sentire protetta, coccolata, amata e soprattutto mi ha messo di fronte al fatto che non potevo averlo più quell'abbraccio. Mi manca, ma manca tanto...
Insieme alla mia mamma, a mia sorella ed ai piccoli, ieri sera siamo stati alla messa celebrativa, la cosa che ho notato è che non piangiamo più, mentre prima non riuscivamo a trattenere le lacrime, questo non perché non ci manchi figuriamoci, ma forse perché la vita va avanti e ci si abitua a tutto, tutto diventa parte di noi, ed impariamo a conviverci, impariamo a trasformare il dolore in qualcosa che ci fa crescere, in qualcosa che ci migliora.
E poi mio padre è sempre stata una persona solare, divertente, spiritosa e non vorrebbe vedermi triste, ma con un gran sorriso sulle labbra, ed io quel sorriso lo dedico a lui. Ti voglio bene babbo :)

Tortino di polenta con i funghi

lunedì 7 gennaio 2008

(10 gennaio a cena, ho fatto la versione con il sugo per Andrea, buona anche così!!!)

Tortino di polenta con i funghi:
(ingredienti per 2 persone)
120 g di farina di mais a cottura rapida
150 g di funghi misti surgelati
30 g di grana grattugiato
1 porro
100 g fontina
2 cucchiai di olio di oliva
1 uovo
30 g di burro
sale grosso
sale fino
pepe

Portate ad ebollizione in una pentola 250 ml di acqua con il sale grosso. Versate a pioggia la farina di mais, mescolando in continuazione con un cucchiaio di legno, per non formare grumi. Cuocete 8 minuti o quanto riportato sulla confezione, sempre mescolando (la mia era veramente rapida, in due minuti era già pronta). Toglietela dal fuoco, incorporatevi l'uovo sbattuto e 20 g del grana grattugiato, mescolate per amalgamare il tutto. Versatela su un tagliere.
Prendete i funghi congelati e sciacquateli sotto l'acqua corrente, sgocciolateli bene e tagliate eventualmente a  pezzetti quelli più grossi. Pulite e lavate il porro e tagliatelo a rondelle, io ho usato uno scalogno perché nel mio frigo di porri neanche l'ombra :).
Scaldate l'olio e metà burro in una padella, unite i porri (leggi scalogno) e fateli insaporire 1 minuto mescolando. Aggiungete i funghi salate, pepate e fateli cuocere per 10 minuti mescolando ogni tanto. Tagliate la fontina a fettine sottili.
Scaldate il forno a 200°. Imburrate 2 cocottine, tagliate la polenta a fettine e sistematela nelle cocottine a strati alterni con i funghi e la fontina, terminate con un pezzetto di fontina e qualche fungo. Cospargete la superficie con il burro rimasto a fiocchetti, infornate per 8 minuti. Sfornate le cocottine, cospargete con il grana grattugiato rimasto e servite subito i tortini, ben caldi, direttamente nei recipienti di cottura.

Era diverso tempo che avevo adocchiato questa ricettina su "Cucinare bene" di novembre, ma mi mancavano le cocottine... Appena comprate ho soddisfatto il desiderio ;P.
Sulla rivista viene proposto come secondo piatto, per la quantità io l'ho fatto come antipasto/piccolo primo. Mi è piaciuto molto, l'abbinamento funghi polenta fa molto inverno! Per Andrea, a cui ancora non faccio mangiare i funghi, ho fatto una versione solo polenta e formaggio, buona anche quella, forse però un po' asciuttina, la prossima volta credo che ci aggiungerò un po' di sugo di carne, così anche lui avrà la sua super cocottina!!!

ciao ciao 2007

martedì 1 gennaio 2008

Eccoci arrivati alla fine di quest'anno e com'è d'obbligo si fa il bilancio... Il 2007 è stato un anno impegnativo, sono successe tante cose sia belle che brutte.
E' nato Emanuele, evento stupendo che ha però portato con sé una complicazione che il mio dolce nipotino si porterà dietro tutta la vita, una carenza genetica che lo obbliga ad una terapia salvavita. Ci siamo spaventati tantissimo, non sapevamo cos'era o come poteva evolvere, se sarebbe andato avanti oppure no... La situazione è ancora complicata, ma Ema sta crescendo, nei momenti di sconforto basta guardarlo per ritrovare la forza; è tutto un sorriso e quando sorride gli si illuminano gli occhi, due stelle in cui brilla tanta tanta vitalità!
Un altro momento significativo è stata la mia uscita dalla ditta che insieme ad altri 8 avevo fondato nel 1998. Una liberazione!!!!!! Finalmente gli eventi si sono congiunti nel darmi la spinta decisiva per un'azione a cui pensavo da tanto tempo, ma che non avevo mai trovato il coraggio di fare...
Nonostante il mio entusiasmo di ora è stata una scelta difficile, tanti pensieri, tante lacrime, tanta indecisione. Erano anni che non mi trovavo più bene, che non avevo più gli stimoli giusti, che il lavoro che mi ritrovavo a fare non mi piaceva più, che le persone con cui passavo tutti i miei giorni non mi piacevano. La cosa più difficile era abbandonare la mia routine, sembrerà stupido, ma mi spaventava da morire l'idea di non andare più in quello studio, di fare le stesse cose che avevo fatto tutti i giorni, ma anche rimettermi in gioco, cambiare totalmente dopo tutti questi anni... 9 anni...  Ho preso questi 9 anni e li ho messi in un cassetto. Ora posso dire di aver fatto la scelta giusta, non ho rimpianti, sono tranquilla. A 32 anni mi sono rimessa in gioco e sul mercato! Non è facile neanche trovare un nuovo lavoro, ma continuare in quel modo avrebbe leso troppo la mia auto stima e quindi mooolto meglio rimescolare le carte!!!
Affrontare questo scoglio mi ha dimostrato una volta di più quanto sono fortunata negli affetti, Gianluca che per vedermi di nuovo felice e tranquilla mi ha incoraggiata, spronata e rassicurata da tutti i punti di vista, morali ed economici; e tutto il resto della famiglia che mi ha coccolata tantissimo facendomi sentire tutto il loro calore :).
C'è stata poi l'apertura di questo blog, un po' per curiosità un po' per fare qualcosa che fosse tutto mio. Non sapevo bene come avrei gestito questo mio spazio, non avevo le idee molto chiare su ciò che avrei voluto dire, mi sono messa a gironzolare in rete per cercare altri blog, ho pensato vediamo se trovo qualcuno a cui piace cucinare, magari è una buona occasione per imparare a fare qualcosa di buono... Ho scoperto il mondo dei food blogger... Ho scoperto che non esistono persone a cui piace cucinare, ma persone che AMANO cucinare, ho scoperto persone disponibili e carine che mi hanno accolta con tanta gentilezza, aprendomi il loro mondo, e a cui dico un GRAZIE grande grande.
Facendo il bilancio di questo 2007 che finisce, mi posso ritenere soddisfatta, certo qualcosa poteva andare meglio, ma la vita è fatta così, di alti e di bassi, e se i miei bassi li posso superare con l'amore che mi circonda, va bene così, non chiedo di più...
E adesso vediamo come andrà sto 2008... ;P
 

 
Schegge di me... - by Templates para novo blogger