Torta della Salute!!!

martedì 28 ottobre 2008

Nonostante il periodo di dieta, la voglia di sfornare un bel dolce non mi manca! Tempo fa ho comprato una tortiera provvista di stampo per il ciambellone e avevo voglia di provarla, m'è venuta in mente la "Torta della Salute", una torta semplice, veloce, genuina e molto molto sana!!! La faceva la zia di mia madre per tutte le feste di compleanno... Una vera delizia!!!
Torta della Salute:
500 g di farina
200 g di burro
200 g di zucchero
5 uova
250 ml di latte
1 bustina di lievito

Sbattere a schiuma il burro, unire poi lo zucchero, i tuorli d'uovo ed amalgamare il tutto. In una terrina mescolare il lievito alla farina, unire al composto di burro, zucchero e tuorli, mescolare leggermente e unire anche il latte. Aggiungere all'impasto le chiare montate a neve. Imburrare ed infarinare la tortiera ed infornare a 180° per 45 minuti.

Lo so, lo so è una vera bomba, 5 uova non sono poche... Ma che bel colore danno all'impasto e poi è una torta d'altri tempi quando ci voleva sostanza e non aria gonfiata come in certe merendine!!! In effetti con queste dosi viene veramente una torta grande, per il mio stampo da 22 cm forse un po' troppo grande he,he,he!!! Quindi la prossima volta proverò con metà dose!!!
C'è comunque chi a gradito molto questa merenda facendone fuori due belle fette, gli piacciono i dolci...
Indovinate chi?!?

Costolette di agnello in salsa piccante

lunedì 27 ottobre 2008

L'agnello è un tipo di carne che mi piace molto, quindi appena trovo una ricetta che mi ispira la sperimento subito! Nel titolo ho scritto "costolette", purtroppo io non avendole trovate le ho sostituite con le "spuntatelle di agnello", che Gianluca non ha gradito molto... Gli ha fatto effetto il midollo, gli fa effetto qualsiasi cosa che sia interiore, molliccio, insomma è un po' schizzinoso!!! ^_________^ Ecco quindi le "Costolette/Spuntatelle d'agnello":
Costolette di agnello in salsa piccante:
(ingredienti per 4 persone)
8 costolette di agnello di 80-100 g l'una
1 peperoncino rosso fresco
200 g di pomodorini ciliegia maturi e sodi
1 cipolla bianca
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
2 spicchi d'aglio
4-5 rametti di timo
sale

Private le costolette dell'eventuale grasso in eccesso. Lavate i pomodorini e tagliateli in 4 spicchietti. Sbucciate la cipolla, tagliatela a fette spesse e fatele imbiondire per 4-5 minuti, a fuoco basso, in una capiente padella con l'olio, l'aglio tagliato a metà e il peperoncino, inciso e privato dei semi. Unite le costolette e fatele rosolare per 5-6 minuti a fuoco medio, girandole a metà cottura; salatele leggermente, aggiungete i pomodorini, profumate con le foglioline di 3 rametti di timo e proseguite la cottura per 10 minuti; prima di togliere dal fuoco regolate di sale. Trasferite le costolette con il loro sughetto in un piatto da portata caldo, spolverizzatele con le rimanenti foglioline di timo e servite subito.

Un piatto molto piccantoso, dal gusto deciso! Se non amate il gusto dell'agnello potete preparare lo stesso piatto con scaloppine di vitello o di manzo, il risultato vi piacerà sicuramente. Ah, non vi ho detto che anche questa ricetta è presa dal libro di ricette light!!!

Barchette di patate e peperoni

giovedì 23 ottobre 2008

Come ho già scritto qui, un modo sicuro per far mangiare i peperoni a Gianluca è con le patate; ma mica posso fare sempre questo contorno... Anche se va per la maggiore! Ecco quindi un altro modo per abbinare i due magici ingredienti! Mi sono ispirata alle barchette di patate di Viviana modificandole un pochino per adattarle al mio bisogno.
Barchette di patate e peperoni:
(ingredienti per 2 persone)
2 grosse patate
2 piccoli peperoni
1 scalogno
dadini di formaggio morbido (tipo bel paese)
olio extravergine d'oliva
sale e pepe

Sbucciate le patate, tagliatele a metà per il senso della lunghezza e scavatele al centro creando le barchette, mettete nell'acqua sia le barchette che il dentro delle patate. Pulite i peperoni eliminando i semi ed i filamenti bianchi, riducete a pezzettini piccoli e metteteli in una padella antiaderente insieme agli scalogni anche essi tagliati sottili, un filo d'olio ed un po' di sale. Fate cuocere finché i peperoni non saranno ammorbiditi. Mettete le barchette di patata in una pirofila leggermente unta e passatele in forno a 180° per 15 minuti. Una volta cotti i peperoni toglieteli dalla padella e teneteli da parte, nella stessa padella cuocete il dentro della patata facendolo incroccantire un po', quando sarà tutta bella croccante unite i peperoni e lasciate insaporire per un minuto, aggiustate di sale. Salate leggermente le barchette e riempitele con le verdure, aggiungendo sopra dei dadini di formaggio ed un pizzico di pepe. Ripassatele in forno, sempre a 180° per circa 20/30 minuti. Servitele calde 

Crema di porri e scalogni

mercoledì 15 ottobre 2008

Crema di porri e scalogni:
(per 4 persone)
2 porri
6 scalogni 
1 grossa patata
1 gambo di sedano con le foglie
2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
1 l di brodo vegetale
2 fettine di pancetta affumicata
2 cucchiai di yogurt greco
un pizzico di noce moscata
sale

Pulite i porri, lavateli e riduceteli a rondelle. Sbucciate gli scalogni e tagliateli a metà. Sbucciate la patata, lavatela e tagliatela a dadini. Lavate il sedano, tenete da parte le foglie e spezzettate il gambo. Fate soffriggere la patata e le altre verdure in una casseruola con l'olio per qualche minuto; unite il brodo bollente (io ho usato il dado!), coprite e cuocete a fiamma media per 25 minuti. Rosolate la pancetta in un padellino senza condimento. Frullare la crema preparata (tenete da parte qualche rondella di porro e qualche spicchietto di scalogno), unite lo yogurt e regolate di sale. Suddividete la crema in 4 ciotole e completate con la noce moscata, le foglie di sedano tritate, il porro e gli scalogni tenuti da parte e le fettine di pancetta spezzettate.

Un'altra ricetta del mitico libro delle ricette light! E' stato proprio un grande acquisto!!! L'ho fatta per 2 persone (mamma e me!) e sto aspettando l'occasione per proporla anche a Gianluca, quando finalmente sarà a cena a casa... ^________^!!! L'ho trovata buonissima, nonostante non ami particolarmente il sedano in questa crema l'ho trovato buono e ben accostato; è molto delicata e gustosa, vi consiglio di provarla, ve ne innamorerete!!!!

Mezze maniche alla Norma della Pippi

venerdì 10 ottobre 2008

Qualche giorno fa sbirciando nel fantastico blog di Pippi mi sono imbattuta nei suoi appetitosissimi spaghetti alla Norma! Miracolo avevo giusto due melanzane che aspettavano in frigo che trovassi un modo per usarle! Non ho usato gli spaghetti perché se mangio la pasta niente secondo e 80 g di spaghetti sono una miseria nel piatto, invece le mezze maniche sono un trionfo per gli occhi, sempre 80 g sono, ma che soddisfazione vedere il piatto pieno! Riporto di seguito la sua ricetta, revisionata con gli ingredienti che avevo disponibili:
Mezze maniche alla Norma di Pippi:
(ingredienti per 2 persone)
160 g di mezze maniche
2 melanzane piccole
qualche cucchiaio di polpa di pomodoro
1 spicchio d'aglio
parmigiano reggiano grattugiato
qualche rametto di timo fresco

Sbucciate le melanzane e tagliatele a cubetti, conditele con un filo d'olio, una spolveratina di sale e qualche fogliolina di timo, cuocetele in una padella antiaderente coperte a fuoco basso fino a che diventano morbide e leggermente rosolate. In una casseruola mettete qualche cucchiaio di olio e lo spicchio d'aglio, fate appena insaporire e aggiungete la polpa di pomodoro e fate cuocere per 15 minuti circa. Quando la pasta è al dente scolatela e saltatela nel pomodoro, aggiungete le melanzane, il formaggio e le altre foglioline di timo fate insaporire per qualche istante e servite.

BUONA BUONA!!! Brava Pippi!!! Grazie ho mangiato davvero un ottimo piatto di pasta!!!
^_____________^

Polpo e patate in insalata e...

martedì 7 ottobre 2008

Il polpo con le patate è un piatto che mi è sempre piaciuto molto, lo associo all'estate, mi piace tiepido, ma anche freddo, con tanto prezzemolo ed aglio. Direte voi, ma che ci incastra un piatto estivo con questo tempo grigio e freschino? Assolutamente niente! La prima versione l'ho fatta appunto quest'estate, ho trovato una ricetta veloce veloce per farlo in pentola a pressione e mi ci sono provata, il polpo è venuto ottimo ed anche le patate, ma quest'ultime si sono totalmente spappolate che lo abbiamo ribattezzato "Polpo in purè"!!! Siccome sono una testa dura, m'era rimasto in mente di riprovarci, così domenica mattina mi sono cimentata di nuovo, ma questa volta... Cotture separate ed è venuto proprio come volevo io!!! ^________^
Polpo e patate in insalata:
(ingredienti per 4 persone)
un polpo di circa un kg
un kg di patate medie
3 spicchi d'aglio
un mazzetto di prezzemolo
aceto
olio extra vergine d'oliva
mezzo cucchiaio di pepe in grani (non lo avevo ho usato quello macinato)
sale, pepe

Pulite il polpo togliendo il becco, gli occhi e la pelle che riuscite a far venire via e lavatelo sotto l'acqua corrente. Mettetelo nella pentola a pressione insieme allo spicchio d'aglio intero, una macinata di pepe (o un po' di quelli in grani) ed un pizzico di sale. Versate 5 bicchieri d'acqua, chiudete la pentola a pressione e calcolate 15 minuti di cottura dall'inizio del sibilo. Pelate le patate, tagliatele a pezzi e lasciatele in una ciotola piena d'acqua. Intanto preparate la vignagrette, sbattete con una forchetta 4/5 cucchiai di aceto in una ciotolina con un po' di sale ed una macinata di pepe; quindi versate mezzo bicchiere d'olio e continuate a sbattere finché avrete ottenuto una salsetta omogenea. Profumatela con l'aglio rimasto tritato fine insieme al prezzemolo. Scolate il polpo e mettetelo da parte mantenendolo al caldo. Scolate le patate e mettetele nella pentola a pressione nell'acqua di cottura del polpo, richiudetela e dal sibilo calcolate 8/10 minuti. Una volta cotte le patate scolate e mescolate con il polpo, condite con la vignagrette e servite. E' ottimo caldo, tiepido o freddo!

Ed ecco a voi una vera chicca! Andrea impegnatissimo nello sbucciare un uovo sodo! Lui adora le uova sode che delle volte bisogna discutere per non fargliene mangiare più di due!!!

Premio dell'amicizia e ricetta di un'amica

mercoledì 1 ottobre 2008

Tittina, la splendida Tittina, mi ha sorpreso con un altro premio. Il premio dell'amicizia... Grazie!!! Con qualche giorno di ritardo (O_______0) eccomi a ringraziarla. Ricevere un premio è sempre molto emozionante, mi fa sentire amata, qualcuno ha speso del tempo per pensare a me, gli sono venuta in mente io, troppo bello!!!
Purtroppo negli ultimi giorni non ho avuto molto tempo da dedicare al blog e sono un po' indietro, probabilmente questo premio ha già fatto il giro di tutto il web, quindi non faccio nessun nome in particolare, ma non perché non stia pensando a nessuno, penso a tutti voi che mi fate visita, che trovate il tempo di lasciarmi un commento, a tutti voi che vorrei venire a trovare, ma che non ho il tempo per farlo... A tutti voi AMICI MIEI!!!!!

Visto che questo post parla di amicizia, posto una ricettina che è un'elaborazione di una grande cuoca, una cuoca dell'altro mondo, che è anche una grande amica (per ora la conosco solo virtualmente è vero, ma per me lo è...).
Toastmuffin con scamorza:
(ingredienti per 2 toastmuffin)
2 fette di pancarrè (formato grande)
120 g di scamorza dolce
3 pomodorini pachino
qualche foglia di basilico
sale, pepe ed olio d'oliva

Spennellare con l'olio le cocottine. Tagliare la crosta del pane e stendere le fette di pane con un mattarello fino ad ottenere una sfoglia di pane sottile. Rivestire le cocottine con il pane e mettere in forno a 190° C per circa 7 minuti.
Nel frattempo tagliare la scamorza a cubetti piccoli e le foglie di basilico a striscioline, mischiare tutto insieme aggiungendo il sale ed il pepe. Riempire le formine di pane con il composto di scamorza e basilico, adagiarci sopra i pomodorini tagliati a metà ed infornare nuovamente a 190°C per circa 20 minuti. Se il pane dovesse scurirsi troppo, coprire con della carta d'alluminio. Togliere dagli stampini e guarnire con il basilico fresco.

Li ho fatti quest'estate, quindi la mia è una versione light! Dopo averli visti sul blog di Alex mi sono incaponita nel volerli fare, troppo carini e poi le cose nelle cocottine mi piacciono tanto!!! Ma nella ricetta originale c'era la ricotta, il philadelphia e le uova e tutte queste cose buone insieme non le potevo mettere, quindi dovevo trovare un'alternativa... Nella dieta però potevo utilizzare la scamorza, 60 g a testa, e mi sono detta proviamo, magari non saranno speciali come quelli di Alex, ma chissà non si può mai sapere...
Sono venuti fuori dei toastmuffin molto formaggiosi, ma anche molto estivi, il basilico e i pomodorini li rendono molto freschi. Vi dirò la verità, ho fatto anche la versione originale di Alex e come sospettavo sono ottimi, con la ricotta e il philadelphia vengono più delicati, una crema davvero gustosa.

 
Schegge di me... - by Templates para novo blogger