Gnocchi ai 4 (o giù di lì) formaggi

giovedì 26 febbraio 2009

Quando si dice un piatto improvvisato!!! Avevo in frigo una confezione di gnocchi freschi, comprati con l'idea di fare un bel ragù, erano lì pazienti ad aspettare, pensavano che prima o poi sarebbe stato fatto un ragù bello e saporito per condirli e finalmente avrebbero fatto la loro porca figura... Ma l'attesa è arrivata quasi al limite... Della scadenza!!! Quindi per non buttare via capre e gnocchi (in questo caso hi, hi, hi!!!) visto che il ragù è ancora da fare, ho improvvisato un sughetto ai 4 formaggi, ora non siate troppo pretenziosi, proprio quattro formaggi non li avevo, mi sono un po' arrangiata!!! Vediamo se mi ricordo cosa ho messo:

Gnocchi ai (quasi) 4 formaggi:
(Ingredienti per 3/4 persone)
1 confezione di gnocchi freschi (non mi ricordo quanto erano di peso...)
parmigiano reggiano grattugiato
un pezzetto di pecorino toscano non troppo stagionato
un pezzo di leerdammer
latte q.b.
panna da cucina q.b.
sale e pepe nero

Grattugiare il parmigiano reggiano e tagliare a dadini gli altri formaggi, metterli insieme ad un po' di latte, giusto per renderle morbidi, a sciogliere a bagno maria. Una volta raggiunta la consistenza desiderata, devono essere abbastanza cremosi, aggiungere la panna da cucina e lasciar amalgamare per alcuni minuti girando continuamente (io non ho usato tutta la confezione, più o meno sui 3/4), aggiungere del sale se necessario, togliere dal fuoco e tenere al caldo. In abbondante acqua salata cuocere gli gnocchi, fanno velocissimi sono pronti appena salgono a galla. Scolarli e condirli con la crema ai formaggio, una volta nei piatti spolverizzare con una bella macinata di pepe nero.

Un piatto veloce e saporito che ha salvato da una brutta fine i miei poveri gnocchi!!! ^______^

Un paio di torte...

giovedì 19 febbraio 2009

... Per rifarmi viva dopo un po' di giorni d'assenza!!!
Allora, cosa è successo in quasi due settimane? Ho cambiato lavoro! L'esperienza Ikea si è conclusa domenica 1 febbraio, purtroppo non c'è stato modo di continuare la collaborazione (per il momento almeno), lascio oltre ad un lavoro che mi è piaciuto molto, un bellissimo gruppo di colleghi che però, fortunatamente, sono diventati amici e quindi non li ho persi di vista!!! Ma... Non mi sono riposata molto, giusto una settimanetta, perché ho avuto un gran C.....O (non c'è altro modo per definirlo) ed il 9 febbraio ho cominciato a lavorare da ZARA HOME presso il centro commerciale "i gigli", anche qui contratto a tempo determinato, se supero il mese di prova fino al 9 maggio, ma se vado bene, c'è la possibilità di fare altri contratti... Incrociate le dita con me?!?! grazie!!!!
Negli ultimi giorni non ho cucinato molto, o meglio non ho cucinato nulla di interessate, poco tempo, diarrea di Andrea che ha limitato molto le possibilità, solo riso e patate... Vi propongo quindi l'unica nota decente, le torte fatte per il compleanno di Emanuele: una crostata con marmellata di pesche e la torta morbida al cocco di Giù!!!
Crostata con marmellata di pesche:
per la frolla
300 g di farina
150 g di burro morbido
150 g di zucchero
2 tuorli
1 uovo
un pizzico di sale
ripieno
marmellata di pesche

Mescolate la farina setacciata con lo zucchero, unite il sale ed il burro a pezzetti, aggiungete le uova leggermente sbattute e mescolate. Formate un panetto e mettetelo a riposare in frigo per almeno un'ora.  Stendete la pasta frolla con il mattarello in un disco dello spessore di mezzo centimetro, lasciandone un po' da parte e  foderate una tortiera ricoperta con carta forno, fate salire la pasta lungo i bordi e tagliate quella in eccesso. Distribuite uno strato di marmellata di pesche sul fondo del disco, ripiegate i bordi e sbriciolate la pasta rimasta sopra la marmellata. cuocete in forno già caldo a 180° per 35/40 minuti.

Torta morbida al cocco:
3 uova
150 g di zucchero
250 g di cocco disidratato
1/4 di litro di panna liquida fresca
una bustina di vanillina
3/4 di una bustina di lievito per dolci

Mescolate le uova con lo zucchero, aggiungete il cocco e lavorate l'impasto. Aggiungete la panna, la vanillina e dopo aver mescolato energicamente lasciate riposare il composto in frigo per 20 minuti. Dopo di che aggiungete il lievito e trasferite in una tortiera ricoperta di carta forno. cuocete in forno caldo a 170° per 20/30 minuti.

Le torte sono piaciute molto tutte e due. Agli invitati adulti moooolto quella al cocco, a me personalmente è piaciuta di più la crostata, ma io ho un debole per la frolla quindi sono una caso a parte!!!

Ecco il festeggiato con la sua fidanzatina Elisa spengere le candeline su un ottimo cheese cake fatto da un'amica di mia sorella... Mi sono già fatta dare la ricetta!!!
La festa era in maschera e noi abbiamo sfoggiato il super favoloso MUSCOLOSO costume dell'uomo ragno!!! Non è Mitico?!? ^_______^

Tortino di carciofi (the original)

martedì 3 febbraio 2009

Ritorna il "tortino di carciofi"!!!! Vi ricordate tempo fa il risultato dei miei esperimenti sul tortino di carciofi? Il tentativo di riprodurre quel tortino tanto speciale che aveva mangiato Gianluca? Il risultato era venuto buono, ma non del tutto simile a quello lì... Era rimasto quel pizzico di delusione che andava in tutti i modi soddisfatta!!! Una sera a casa di mamma, Gianluca si mette a sfogliare il librone di ricette toscane che ha lei e... Meraviglia delle meraviglie eccolo il tortino!!! Copio al volo la ricetta, e sperimento... Risultato ECCELLENTE!!! e' proprio lui non ci sono più dubbi!!! Uffh... meno male mica potevamo rimanere con quell'insoddisfazione a tormentarci l'anima!!!
Tadà ecco  a voi la ricetta!!!
Tortino di carciofi:
(ingredienti per 4 persone)
8 carciofi violetti
6 uova
uno spicchio d'aglio
farina
olio extra vergine d'oliva
sale e pepe

Pulite i carciofi eliminando le foglie più dure, le punte, i gambi ed il fieno interno. Tagliateli a fette alte circa mezzo centimetro, infarinatele e rosolatele in una teglia con 8 cucchiai d'olio e l'aglio schiacciato. Quando saranno ben cotti, rovesciateci sopra le uova leggermente sbattute e salate. Passate il tutto in forno già caldo finché le uova non siano rapprese (non devono colorire, il tortino deve essere appena cotto). Prima di gustarlo cospargetelo con del pepe (alcuni lo spruzzano con poche gocce di limone).

Scusate per la foto, mi sono ricordata dopo aver già servito nei piatti di farla... He, he, he era troppa la curiosità di assaggiarlo!!!!
^_______^

 
Schegge di me... - by Templates para novo blogger