Il gira-gioca di Anna Paola

giovedì 18 dicembre 2008

Gira che ti rigira è arrivato anche a me il gira-gioco!!! Mi ha invitata a farlo Mafalda di "LE ALI DELLA LIBERTà". Ma in cosa consiste il gira-gioco? Semplicissimo!!! Basta fare un post con una letterina a Babbo Natale, le regole sono poche poche:
1) Ci deve essere tutto, dai regali spirituali (sarò più buono e andrò sempre a letto presto...) ai regali materiali.
2) un regalo per il  mondo
3) scegliere 5 amici a cui girare il gira-gioco
4) mettere una figura che vi piace di Babbo Natale e scrivere che l'ha lanciato Anna Paola.

Andiamo a cominciare...

Tutto comincia da Anna Paola http://loscrignodiapaola.blogspot.com

Caro Babbo Natale,
mmmh... Scusa è veramente tanto tempo che non ti scrivo... devo superare l'imbarazzo... Allora comincio col prometterti che sarò brava, che cercherò di essere comprensiva e di pormi sempre nel modo migliore con le altre persone tentando di dare sempre il meglio di me.
Vorrei un lavoro... Più precisamente un lavoro fisso, stabile. In modo da sapere come organizzare la mia vita e quella della mia famiglia senza l'ansia di dover rimettere tutto in discussione dopo pochi mesi...
Vorrei anche delle scarpe da ginnastica nuove, che le miei non ne possano più!
E mi piacerebbe una borsa di pelle, di quel tipo morbida morbida? (ma questa non è indispensabile...)
E ora passiamo alle cose serie, quelle difficili da realizzare... Vorrei che il mondo fosse un posto migliore. Migliore in tutti i sensi, vorrei che non ci fossero più popolazioni affamate, vorrei che si decidesse in favore degli uomini e non degli interessi economici, vorrei che non si facesse più la guerra, vorrei che non ci fossero più bimbi sessualmente sfruttati da adulti perversi e abominevoli... Vorrei che vivere fosse semplice e alla portata di tutti, vorrei che tutti potessero essere felici... Che dici ho puntato troppo in alto? Promettimi che ci proverai, come ci proverò io nel mio piccolo e forse provandoci un po' tutti... Magari ci riusciamo! Sperare non fa male a nessuno no?!?

Mancano pochi giorni a Natale, ma spero che le letterine di questi altri 5 arrivino in tempo!!!
Claudia di Scorza d'Arancia
Manu e Silvia di Spizzichi&Bocconi

Gingy e l'Uomo Focaccina

venerdì 12 dicembre 2008

Oggi mi faccio bella con qualcosa che non ho cucinato io! Ogni tanto un po' di riposo ci vuole!!!
A volte capita (non sempre, ma a volte...) che a Gianluca venga voglia di cucinare, di impastare qualcosa! Ed un sabato sera gli è venuta voglia di fare la schiacciata all'olio, voleva il tipo toscano, non a focaccia, cerca e ricerca sul web alla fine ha scelto di seguire questa ricetta, dal blog "Food and the city" di Afrodita. Il risultato non è stato proprio come la voleva lui, forse la teglia era un po' troppo piccola e quindi è rimasta troppo alta e di conseguenza morbida, ma il sapore era molto buono e noi abbiamo gradito! vi riporto la ricetta che ha usato:

Schiacciata all'olio:
25 gr di lievito di birra
50 gr di olio extravergine d'oliva + altro per ungere
500 gr di farina manitoba
1 cucchiaino sale fino
sale grosso
acqua q.b.

Far sciogliere 25 gr di lievito di birra in poca acqua tiepida,unire 50 gr di olio extravergine d'oliva e mescolare il tutto a 500 gr di farina Manitoba ed un cucchiaino di sale fino. Aggiungere l'acqua necessaria per ottenere un impasto elastico e lasciar lievitare (fino al raddoppio). Stendere la pasta in una teglia unta d'olio e lasciar lievitare ancora per 30 minuti. Trascorso il tempo fare dei buchi con la punta delle dita, ungere con abbondante olio extravergine d'oliva e cospargere di sale grosso. Infornare a 200° per 15/20 minuti.

Il titolo? Avete presente Shrek? Io trovo adorabile Gingy il Gingerbread Man ed il suo amico l'Uomo Focaccina e non so perché, ma hanno un'aria così familiare...

credevo fosse un pandoro invece era... UNA CIOFECA!!!

martedì 9 dicembre 2008

Quest'anno volevo provare a fare il pandoro... Gironzolando per i blog e facendo ricerche sul web ho trovato un sacco di ricette, che però prevedevano una lavorazione lunga, con aggiunta di ingredienti poco alla volta e tante tante lievitazioni... Mmmmh, qualcosa di più veloce no?!? Alla fine non mi ricordo neanche più dove ho scovato una ricetta per pandori piccoli, senza tante lievitazioni e mi son detta: "Eccola!!!"... Ma se tutte le altre erano lunghe e tortuose forse un motivo c'era... Insomma credevo fossero pandori e invece... Una delusione... Sono venuti fuori dei muffin-pandori (non avendo lo stampo adatto ho usato quello da muffin) un po' mozzoni, poco saporiti... Il sapore predominante quello dell'uovo e della fecola... Insomma volevo la scappatoia, ma ho trovato un vicolo cieco! Hi, hi, hi!!! Vi riporto comunque la ricetta, magari mi aiutate voi a trovare il modo di migliorarli!!!
Piccoli pandori (travesti da muffin...):
(ingredienti per 6 pandorini)
3 uova intere
1 pizzico di sale
150 g di zucchero
150 g di fecola di patate
150 g di farina 00 speciale per dolci (io ho usato quella normale...)
150 g di panna
1/2 fialetta di rum (non l'ho messa...)
1 bustina di lievito

Rompere le uova e separare l'albume dal tuorlo. Aggiungere lo zucchero ai tuorli e mescolare con la frusta. Versare poco alla volta la panna continuando a mescolare. Setacciare la farina e la fecola, aggiungere, a poco a poco, al composto e amalgamare il tutto. Aggiungere il rum. Montare gli albumi a neve fino ad ottenere una spuma compatta. Incorporare, poco alla volta, al composto gli albumi montati a neve e mescolare lentamente, infine aggiungere il lievito. Versare il composto ottenuto negli stampi lasciando un margine di 1,5 cm dal bordo, e infornare a 180° per 20 minuti. Una volta sfornati lasciar raffreddare, quindi sfornare i pandorini e servire con una spolverata di zucchero a velo o con l'accompagnamento di una crema inglese.

Una ciofeca ogni tanto può capitare... Meno male che sono rare!!! Vi posto infatti la foto dei "Biscotti al burro salato"! E si, mi ci sono riprovata! Ho trovato il burro leggermente salato della Lurpak (Claudia va bene?) e li ho rifatti, sono già finiti... Sono talmente buoni!!! Con il burro salato mi sono piaciuti di più, la prima versione con il burro normale erano mooolto buoni, ma anche mooolto burrosi! In questa versione invece il sapore del burro è più smorzato e quindi si che uno tira l'altro!!! La ricetta la trovate qui, l'ho seguita alla lettera!!!

Vellutata di zucca al profumo di zenzero

martedì 2 dicembre 2008

Oggi fa freddo, un freddo umido... Di quello che ti entra nelle ossa... Ci vuole qualcosa di caldo, morbido e coccoloso... Mi sembra quindi perfetto postare questa Vellutata di zucca al profumo di zenzero persa dallo splendido blog di Alex, si proprio lei quella cuoca dell'altro mondo che ci fa sempre sognare!!! Riporto la sua ricetta con le piccole modifiche per adattarla a quello che avevo in casa... ^___^
Vellutata di zucca al profumo di zenzero:
(ingredienti per 4 persone)
1 piccola zucca di circa 1 kg
2 scalogni
burro
250 ml di brodo vegetale
250 ml di vino bianco
1 piccolo bicchiere di latte
1 piccolo bicchiere di panna da cucina
peperoncino
zenzero in polvere
olio extravergine d'oliva

Pulire la zucca e tagliarla a pezzetti. In una pentola alta fare un soffritto con il burro, gli scalogni e lo zenzero. Aggiungere la polvere di peperoncino (in base hai vostri gusti!) facendo attenzione che non si bruci. Aggiungere la zucca, mescolare bene e versare il brodo ed il vino bianco. Far cuocere per circa 15-20 minuti finché la zucca sarà morbida. A cottura ultimata frullare il tutto con il frullatore ad immersione fino ad ottenere un composto cremoso. Aggiungere il latte e la panna fino a raggiungere la consistenza desiderata e far cuocere per un altro minuto. Salare e pepare qualora sia necessario. Servire con un filo di olio extravergine d'oliva.

 
Schegge di me... - by Templates para novo blogger