la mia storia del pane...

venerdì 23 ottobre 2009

Sto per raccontarvi una storia, la mia storia del pane!!!
La mia esperienza con la panificazione era rimasta al pane senza impasto, buono, soddisfacente, ma... Volevo provare la pasta madre... Non trovavo però mai il momento giusto per cimentarmi in quest'esperimento. Tornata dalle ferie, e dopo aver letto il post di Viviana, che mentre aspettava l'arrivo del suo cucciolo da accudire, scatenava la sua voglia di maternità in cucina, mi sono decisa. Ho seguito tutto il procedimento e sembrava che avesse funzionato, il mio blob si era gonfiato, aveva il suo odore acido e quindi ho iniziato con i vari esperimenti, senza aspettarmi troppo, una pasta madre così giovane mica poteva fare miracoli!!! Il secondo esperimento ha dato un risultato incoraggiante, sempre un pane con un peso specifico pari al piombo, ma via su, provando e riprovando... Gianluca ha accolto i miei esperimenti senza troppo entusiasmo, non uno che si lascia entusismare come la sottoscritta, e poi a lui i miei "mattoni" proprio non piacevano, così un sabato mi torna a casa con della pasta di pane presa ad un forno dove ci serviamo. Sono sincera non ho gradito molto questa sua iniziativa, ero lì a coccolare il mio blob, a nutrirlo, a cercare di far si che facesse lievitare qualcosa, anche solo un pochino... Ho quindi accolto la nuova venuta con freddezza, relegata in un barattolo in frigo. Ho fatto anche le mie ricerche sul web per trovare una ricetta con farina bianca, senza semini vari, l'ho trovata su "il pasto nudo"di inz, dove ho trovato delucidazioni anche sulla lievitazione, davvero molto utili ;P!!! Mi sono procurata la pietra refrattaria e mi sono cimentata nel terzo esperimento... Un disastro, peggio che mai, un vero MATTONE!!!! Mi ha preso lo sconforto, il mio blob era veramente un disastro, puzzicchiava, e faceva sempre una crosta semi dura e "polverosa"... Non sapevo più che fare, ero indecisa, continuare nella mia produzione di mattoni e provare con "l'intrusa"??? Ufff, mi sentivo come ad un esame con il fogliolino con le risposte sotto al banco, lo uso o no??? Mi sono lasciata tentare e per il quarto esperimento non ho usato il mio pasticcio... Il risultato? Un pane bello, gonfio, pieno di alveoli e con una crosticina perfetta!!! Per la prima volta ho infornato un pane che è gonfiato, è cresciuto creando un solco così bello da farmi venire le lacrime agli occhi dalla contentezza!!! Ho sempre la sensazione di aver barato, ma infondo è già bello riuscire a panificare in casa, se per farlo ho avuto bisogno di un aiutino va bene lo stesso?
Vi riporto la ricetta da cui sono partita, modificando però un po' gli ingredienti ed i tempi.

Pane:
250 g di pasta madre (anche un pochino meno) rinfrescata la sera prima
20 g di olio e.v.o.
320 ml di acqua tiepida
600 g di farina Manitoba
2 pizzichi di sale fino

In una ciotola unire la pasta madre, l'olio e l'acqua, mescolate fino a che la pasta madre si sarà sciolta. Aggiungete la farina e impastate molto bene, trasferite il tutto sulla spianatoia e impastate per 10-15 minuti, durante i quali aggiungerete il sale. Trasferite l'impasto in una ciotola, coprite con un panno umido e lasciate lievitare nel forno spento con la lampada accesa e un pentolino di acqua tiepida sul fondo fino al raddoppio (più o meno 2 ore e mezzo). Quindi riprendete l'impasto, sgonfiatelo, lavoratelo brevemente, stendetelo appena, lasciandolo spesso e arrotolatelo su se stesso. Formate la vostra pagnotta, praticate un taglio lungo tutto il senso della lunghezza profondo circa 2 mm, copritelo per mantenerlo al caldo con un panno. Accendete il forno a 220°, riempite la guglia con acqua in modo da mantenere la giusta umidità, infornate la pietra refrattaria e appena il forno arriva in temperatura infornate la pagnotta sulla pietra e fate cuocere a 220° per i primi 15 minuti, proseguendo poi a 180° per altri 20-30 minuti. Vaporizzate spesso le pareti del forno nella prima parte della cottura e riabboccate l'acqua se vedete che evapora troppo.

Ecco così sono riuscita ad avere un buon risultato, appena ho tempo proverò di nuovo e incrociate le dita che il "miracolo" si ripeta!!!!
*________*

7 commenti:

marsettina ha detto...

perfetto!

Wennycara ha detto...

Credo proprio di sì!
Dalle fotografie il tuo pane si direbbe perfetto, sei stata proprio brava :)
buona giornata,

wenny

giulia ha detto...

@marsettina
... Grazie!!!!! ;P

@wenny
via allora mi sento meno in colpa!!! Un bacio :*

campo di fragole ha detto...

Il blob e' qualcosa con cui mi devo confrontare.... presto o tardi.... per il momento mi delizio con il tuo pane. Complimenti!
Besitos
Dani

giulia ha detto...

@Campo di fragole
Ciao Dani!!!! Anch'io c'ho messo un po' a decidermi a provare... e il risultato non è stato un granchè!!! Va beh, rimarrà tra le mie ciofeche!!!! Però panificare è veramente tanto tanto bello, gratificante!!!
Un bacione carissima :*****

MAFALDA ha detto...

ciaooooo Giuliiiiiiiii! quanto tempo, grazie di essere passata dalle mie parti e di come sei :-)
Per questa tua esperienza hi!hi!hi! quando sono arrivata alla fine del racconto ho detto "perchè non ha fotografato uno dei suoi mostrini piombati?" sono un pò bastardella dentro è?!
Sei mitica un abbraccio Maffy

giulia ha detto...

@mafalda
Perfida!!!! Che vuoi li avevo già tutti impegnati per costruire un bel muro!!!! In realtà ci avevo pensato, ma poi quando ho visto com'era bello l'ultimo non ho voluto fare figuracce!!!!
grazie a te che sei una persona davvero speciale!!!
Un bacione :*****

 
Schegge di me... - by Templates para novo blogger