sono di nuovo fuori dal mondo!!!!

giovedì 26 marzo 2009

A casa sono di nuovo senza adsl.... Gianluca non era contento della connessione e vuole cambiare... Quindi momentaneamente (spero) sono fuori dal mondo... Aspettatemi che appena posso torno!!!!! ;P giulia

Polpette di pesce al vapore

martedì 24 marzo 2009

Polpette di pesce al vapore:
(ingredienti per 2 persone)
300 g di filetti di merluzzo
25 g di mollica di pane
1 uovo
mezza carota
un cuore di sedano
mezza cipolla
1 peperone rosso piccolo
1 peperone giallo piccolo
1 mazzetto di maggiorana
2 pomodori secchi
2 cucchiai di olio e.v.o.
sale e pepe

Tagliate i filetti di merluzzo a pezzi, eliminando eventuali lische residue, metteteli nel mixer con la mollica di pane, l'uovo, la carota, il sedano e la cipolla, sale e pepe, quindi frullate fino ad ottenere un composto omogeneo. Formate delle polpette rotonde della dimensione di un'albicocca, avvolgete ogni polpetta in un quadrato di carta forno prima bagnato e strizzato, sollevate i lembi della carta e accartocciateli in modo da racchiudere le polpette fermandoli con uno stecchino di legno. Nel frattempo abbrustolite i peperoni sotto il grill del forno (io ho messo al massimo la temperatura), spellateli, eliminate il picciolo, i semi e le nervature bianche, tagliateli a pezzetti e frullateli con le foglie di maggiorana, i pomodori secchi, il sale e l'olio. Versate la salsa in una ciotola e tenetela in fresco. Mettete quindi i cartocci con le polpette nell'apposito cestello e cuoceteli a vapore per circa 20 minuti. Sistemateli nei piatti individuali, apriteli, condite le polpette con la salsa di peperoni e servite.

Un'altra ricetta del mitico libro di ricette light ("ricette light, 400 piatti leggeri e saporiti per mantenersi in forma" della Mondadori). Avevo voglia di cucinare pesce, ed ho approfittato di questa settimana che ho la mamma tutta per me, Gianluca è ad una fiera a Milano, altrimenti oltre ai molluschi con lui è difficile andare!!! Buone e leggere, ma soprattutto molto carine da vedere rincartate così una ad una!!!

Vi regalo questo ciclamino che timidamente è riuscito a spuntare sul mio balcone e mi regala uno spicchio di primavera nonostante il diluvio che impera fuori!!!
VOGLIO LA PRIMAVERA!!!!

Trucioli al pesto di lattuga

giovedì 19 marzo 2009

Trucioli al pesto di lattuga:
(ingredienti per 4 persone)
250 gr di trucioli freschi
6 foglie di lattuga
2 scalogni
2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
1 ciuffo di prezzemolo
1 ciuffo di timo
2 rametti di rosmarino
1 cucchiaio di parmigiano grattato
3 cucchiai di latte
sale

Sbucciate gli scalogni, tagliateli a metà, metteteli in un tegame con 1 cucchiaio di olio e lasciateli appassire a fuoco molto basso. Lavate le foglie di lattuga e tagliatele a striscioline, unitele agli scalogni e cuocetele per 2 minuti bagnando, se necessario, con 2-3 cucchiai di acqua. Lavate le foglie di prezzemolo, timo e rosmarino, asciugatele bene e frullatele con il formaggio, diluite il composto con il latte ed il restante olio e salate leggermente. A parte frullate lo scalogno e la lattuga. Portate ad ebollizione abbondante acqua salata e lessatevi i trucioli. Scolateli al dente, conservando qualche cucchiaio di acqua di cottura, metteteli in una terrina calda e conditeli con la salsa alla lattuga ed il pesto aromatico diluito con l'acqua di cottura tenuta da parte.

nota: la lattuga (solo 19 calorie per 100 gr) ha un'azione rinfrescante, diuretica e calmante ed è ricca di vitamina A; lo scalogno, più digeribile della cipolla, è noto fin dall'antichità per le sue proprietà antisettiche.

Un'altra ricetta del libro light! Fresca, veloce, una nuova versione per la pasta al pesto!!! :)

Un giorno speciale!!!

sabato 14 marzo 2009

Oggi non è stato un venerdì qualsiasi... Come mai vi chiederete voi, forse perché è il compleanno di Gianluca, si anche, perché ho fatto 12-21 a lavoro? Mmmmh... Ci siamo quasi... E' un giorno speciale perché ho conosciuto.... PIPPI!!!!!! A inizio turno ho avuto il piacere di conoscere lei, la sua mamma ed una delle sue sorelle!!! L'occasione è stata la sua venuta ad Ikea per acquisti, era un po' che aspettavo e finalmente ci siamo viste!!! Avete presente quando sapete che arriverà qualcuno per voi, quando guardate di qua e di là per scorgerlo subito subito? Io ero così, impaziente, emozionata!!! E poi ho visto un sorriso stupendo, una persona che emanava una solarità quasi abbagliante ed ho capito che era lei!!! Che emozione!!! Bello e strano, una persona che conosci solo via web, ma che è un'amica, che fa parte dei tuoi affetti, delle tue giornate, una persona che non hai mai visto, ma che conosci!!! ... Bello!!!! Bella anche la sua mamma, una donna vitale e spiritosa, che a dir la verità mi ha ricordato un po' la mia... Una bella persona davvero! Grazie Pippi di essere passata! Non abbiamo avuto modo di parlare tanto, meno male non c'erano clienti, ma ero pur sempre a lavoro, e quindi ci siamo ripromesse di trovare un'altra occasione per incontrarci, e Laura ha avuto l'ardire di invitarmi a casa sua con la mia famigliola... Laura sei sicura? Guarda che se ci piace ci mettiamo le tende!!!! he, he, he, he!!!!!

Ed ora la ricetta! Con cui partecipo alla raccolta di Pippi
La Raccolta di Pippi!
Non è proprio uno strudel, la forma ricorda di più un raviolone cinese, ma Pippi ha detto che va bene... :D!!!! Lo chiameremo Raviolone ricotta e zucchine!!!

Raviolone ricotta e zucchine:
1 confezione di pasta brisèe già pronta
1 confezione di ricotta
4 zucchine verdi chiare
olio extra vergine d'oliva
qualche filo di erba cipollina
sale e pepe

Tritate gli zucchini con il mixer, metteteli in una padella antiaderente con un filo d'olio, un po' di sale e pepe e fateli cuocere finché non si sono ammorbiditi ed insaporiti. Una volta cotti lasciateli intiepidire un attimo per poi mescolarli alla ricotta, aggiungendo i fili di erba cipollina tagliuzzati grossolanamente, regolate di sale e pepe se occorre. Disponete l'impasto ottenuto al centro della pasta brisée (la mia era tonda), e chiudetela racchiudendo i bordi al centro e girando leggermente per sigillarla un po'. Infornate in forno già caldo a 180° per circa 30 minuti. Servite tiepida.

Non avevo mai usato la pasta brisée, l'ho trovata molto buona, più "biscottosa" rispetto alla sfoglia e m'è piaciuto il fatto che non gonfia, ma rimane bene in forma! L'impasto me l'ha ispirato una ricetta che avevo già fatto, la "torta di ricotte e zucchine", m'era piaciuta molto, e anche in questa versione "chiusa" non ha deluso!!!

Torta di Patate (II° versione)

mercoledì 11 marzo 2009

Vi ricordate la pizza di patate farcita? Questa è una sua lontana parente! Sono partita pensando proprio a lei, ma non avendo gli ingredienti per farla, ho improvvisato con quello che avevo in frigo, cioè un peperone giallo e dei pomodorini secchi!!! Come improvvisazione non è venuta niente male!
Torta di patate (II° versione):
1 kg di patate (non sono sicura che fossero un kg, fate voi!!!)
1 peperone giallo
1 scalogno
pomodorini secchi
olio extra vergine d'oliva
sale e pepe

Lavate le patate, immergetele in una pentola con abbondante acqua fredda e lessatele per 30/35 minuti dall'ebollizione. Scolatele, sbucciatele e passatele allo schiacciapatate; incorporate al purè 1 cucchiaio d'olio, sale e un pochino di pepe nero. Soffriggete lo scalogno in un padella con 1 cucchiaio d'olio, aggiungete il peperone tagliato a strisce sottili e fate cuocere finché il peperone non sarà morbido. Quando il peperone è quasi pronto aggiungete i pomodorini secchi tagliati a pezzi e fate insaporire per qualche minuto. Foderate uno stampo da 26/28 cm con carta da forno bagnata e strizzata, versateci dentro metà del purè, pareggiatelo con una spatola e versateci l'intingolo di pomodorini e peperoni; ricoprite con il purè rimasto, pareggiatelo e rigatelo con i rebbi di una forchetta. Spennellate con un pochino d'olio e cuocete in forno già caldo a 200° per circa 20 minuti. Negli ultimi minuti azionate il grill per dorare la superficie.

Risotto bietoline e bel paese

giovedì 5 marzo 2009

Mi ero già cimentata in un risotto con le bietole, eccolo qui! Ieri sera mi sono preparata delle bietoline fresche, insaporite con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio, ne sono avanzate un po', ma oggi non avevo voglia di mangiarle di nuovo come contorno, quindi quale modo migliore se non in bel risotto?!?! Per me e mamma non avevo voglia di usare la pentola a pressione, quindi cottura classica!!!
Risotto bietoline e bel paese:
(ingredienti per 2 persone)
160 g di riso (tipo Roma)
un po' di bietoline già insaporite
1 scalogno
30/40 g di bel paese
brodo di dado
pepe nero
olio extra vergine d'oliva

In una pentola far insaporire lo scalogno tagliato sottile e le bietoline con un filo d'olio. Aggiungere il riso e tostarlo per pochi minuti. Bagnare con il brodo caldo fino a coprire il riso, dalla ripresa del bollore calcolare il tempo di cottura. Mescolare spesso ed aggiungere il brodo all'occorrenza. Un paio di minuti prima di fine cottura del riso, aggiungere il bel paese tagliato a dadini, mescolare bene per farlo sciogliere e mantecare. Prima di servire, se piace, spolverare con del pepe nero.

Viva la pappa pappa al pomopomodoro!!!!!

martedì 3 marzo 2009

Piatto toscano, famoso per chi conosce Giamburrasca!!! Famoso per la canzone cantata da Rita Pavone nel Giamburrasca televisivo!!! E questa non è per soli toscani, vi basta un po' di pane casalingo secco, del pomodoro e gli odori e la potrete fare in qualunque parte del mondo vi troviate!!! Ecco la ricetta:
Pappa al pomodoro:
(dosi un po' a caso in base al pane secco che avevo)
Pane casalingo secco
Passata di pomodoro q.b.
2 carote
2 costole di sedano
1 cipolla
olio extra vergine d'oliva
dado
sale e pepe

Tagliate a pezzi piccoli il pane secco e tenetelo da parte. Tritate gli odori e fateli soffriggere in un filo d'olio in una pentola capiente. Aggiungete il dado, la passata di pomodoro e un po' di acqua, fate cuocere per 10/15 minuti. Trascorso questo tempo spegnete il fuoco e intiepidire. Mettere quindi il pane e portare di nuovo ad ebollizione, ci fosse bisogno aggiungete ancora un pochina di acqua calda (la pappa deve essere morbida, ma non brodosa). Fate cuocere per 15 minuti, prima di servire regolate di sale e pepe.

Questa è come la faceva mia nonna materna. Buona buona buona!!!

Cheese cake Casalta!

lunedì 2 marzo 2009

Un esperimento di cheese cake l'avevo già fatto, questo qui, vi ricordate? Era cotto in forno, ma senza la base di biscotti... Che Gianluca adora! Gianluca adora mooolto il cheese cake, tanto da aver trovato nel ristorante in cui vanno a mangiare in pausa pranzo durante la settimana, una versione eccezionale, che ha molte volte decantato anche a me. Per San Valentino ha deciso di portarmi a cena proprio lì (ristorante Casalta) quasi apposta per farmi assaggiare il famoso cheese cake, oltre all'ottima cucina ovviamente!!! Sono sincera è veramente molto buono, Giulia, la ragazza che lo prepara è stata gentilissima e mi ha dato la ricetta, unica raccomandazione montare a neve super ferme le chiare, secondo lei il segreto è tutto lì... Alla prima occasione ho quindi provato ad eguagliare questa bontà!!!
Cheese cake Casalta:
1 confezione di philadelfia (250 g)
1 confezione di mascarpone (250 g)
5 uova
2 stecche di biscotti Marie
burro q.b.
5 cucchiai di zucchero

Lavorare i 2 formaggi con lo zucchero ed i 5 tuorli. Montare a neve fermissima le 5 chiare e unirle al composto, mescolando delicatamente dal basso verso l'alto. Sbriciolare i biscotti e amalgamarli con il burro, creare nella tortiera un fondo compatto. Versare sopra la crema e livellare. Infornare in forno già caldo a 180° per 40 minuti circa. Controllare comunque la doratura della superficie affinché non scurisca troppo.

Per la tortiera che ho usato io, una pirofila ovale, 2 stecche di Marie si sono rivelate troppe, lo strato di biscotti è venuto troppo alto e poco compatto, ma la crema.... La crema è venuta favolosa, soffice, spumosa... Un sogno!!!! Gianluca conferma, guardate che faccia soddisfatta!!!
Ah, ho ricambiato lavoro!!! Sono tornata al vecchio amore ikea, di nuovo addetta vendita, questa volta reparto letti, per una sostituzione maternità.... ^_________^!!!!

 
Schegge di me... - by Templates para novo blogger